Ultime news

01 ottobre 2010

Rilievo aerofotogrammetrico

È evidente che la camera metrica può essere sistemata anche sull'aereo, anzi c'è chi è convinto che essa possa essere utilizzata solo in questo modo (non è vero perchè basta vedere i servizi fotografici stereoscopici realizzati attraverso questo sito). La ripresa, in questo caso, non è semplice quanto quella finora analizzata, che, per differenziare, chiameremo terrestre. Tenuto conto che la quota di volo, e, quindi, la distanza di ripresa, varia da 300 a 2000 metri, è da escludere qualsiasi impiego della camera stereometrica. La posizione del punto di ripresa non sarà più nota, così pure l'orientamento esterno e quello relativo; dunque, la ricostruzione del modello ottico dovrà essere fatta solo sulla base dei punti di controllo. Il materiale sensibile dovrà essere in rullo, per consentire un rapido ricaricamento della camera e, quindi, la regolazione dell'intervallo tra i tempi di scatto, da cui dipende la lunghezza della base, in funzione della velocità dell'aereo. La rotta di volo deve essere tale da consentire la ripresa fotografica con una serie di fotogrammi, la cui copertura è del 60% nella direzione di volo e del 30% in quella trasversale. Il fotogramma, normalizzato nella dimensione 23x23 cm, ha una scala che non concede più le libertà della fotogrammetria a corta distanza, almeno nel rilievo architettonico, dove interessa più la precisione relativa che quella assoluta.

 

Leggi l'articolo intero qui.

Aerofotogrammetria e interventi sui prospetti degli edifici 21 aprile 2019

Aerofotogrammetria e interventi sui prospetti degli edifici

La soluzione di questo caso, mi è tornata in mente alla luce di una recente sentenza del TAR Campania Sezione VI (n.2664/2017). Il proprietario di un immobile mi chiedeva se fosse possibile attestare l'apertura di un portone ... leggi

Italiani? Meglio tassare i più ricchi … 04 aprile 2019

Italiani? Meglio tassare i più ricchi …

… ma alle elezioni premiano chi propone flat tax e meno tasse per tutti. Ho conosciuto il mondo dei GIS attraverso Geomedia di Intergraph e il suo database Access. Successivamente sono approdato a QGIS e il suo database Excel. leggi

Cartography by CORDIS – an UE project that drive me crazy 20 marzo 2019

Cartography by CORDIS – an UE project that drive me crazy

It's not a joke. In 10 days, on the 1th of April, one of the European Commission's cartography projects, incredible to say, in this case, coordinated by Great Britain (!) which will end in 2024. leggi

La tassa degli imbecilli 01 marzo 2019

La tassa degli imbecilli

Attribuita di volta in volta a Giolitti o a Cavour, la frase in oggetto ha sempre designato la predisposizione dei giocatori dell'azzardo legale a farsi salassare da chi tiene il banco (se quest'ultimo corrisponde allo Stato). leggi